Collegamenti sponsorizzati

Risarcimento Infortunio sul Lavoro

Risarcimento per l’infortunio sul lavoro: INAIL e polizze private

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Risarcimento per l’infortunio sul lavoro: INAIL e polizze private
Collegamenti sponsorizzati
Annosa la questione relativa agli infortuni sul lavoro: a chi spetta il risarcimento? Diversi casi giurisprudenziali hanno determinato una procedura generale per la quale, nel caso in cui venga stabilita una colpa relativa all’infortunio, l’obbligo dell’indennizzo spetti al datore di lavoro.  Viceversa, quando si tratta di un infortunio accidentale o di una malattia professionale che non dipende da una cattiva condotta del datore di lavoro in termini di sicurezza, quest’ultimo è tenuto a darne comunicazione all’INAIL che provvederà al risarcimento. Ancora diversa la situazione dei lavoratori autonomi. Ecco come funziona il risarcimento per l'infortunio sul lavoro per tutte le categorie professionali.
Il tema dell’infortunio sul lavoro, inteso nel senso definito dalla legge, ovvero “qualsiasi evento dannoso, determinato da una causa violenta in occasione di lavoro, che incide sulla capacità lavorativa del lavoratore” è una questione molto complessa, che apre diverse possibilità di interpretazione e che pone vari problemi per la definizione di quale soggetto sia tenuto a risarcire l’infortunato.

Se la colpa riguarda il datore di lavoro
Alcuni casi giurisprudenziali hanno determinato una consuetudine che attribuisce al datore di lavoro l’obbligo del risarcimento per infortunio sul lavoro di uno dei suoi dipendenti nel caso in cui, dagli accertamenti, risultino delle mancanze in tema di sicurezza sul lavoro. Un cantiere non a norma, operai ai quali non vengono forniti degli strumenti di protezione, superficialità nello smaltimento di rifiuti pericolosi: questi sono alcuni esempi di come il datore di lavoro non possa sfuggire al determinarsi di una colpa che lo obbliga a fornire il risarcimento al dipendente. Il riferimento è all’articolo del Codice Civile che determina l’obbligo di prevenzione che “abbraccia ogni tipo di misura utile a garantire il diritto dei lavoratori ad operare in un ambiente esente da rischi” (art. 2087 c.c.)

Risarcimento per infortunio sul lavoro: indennità INAIL
Gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali possono essere determinati da imprevisti che si verificano durante lo svolgimento della propria mansione. In questo caso il datore di lavoro ha l’obbligo di comunicarlo all’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) che provvederà al risarcimento. anche in questo caso occorre fare delle precisazioni. Innanzitutto ricordiamo che l’assicurazione INAIL contro gli infortuni sul lavoro è obbligatoria e si estende anche agli imprevisti che si verificano durante il tragitto casa-lavoro e viceversa, mentre non copre quegli infortuni che sono avvenuti a seguito di una condotta superficiale ed errata da parte del lavoratore. La copertura del tragitto è possibile solo se sussistono alcune condizioni:
- uso necessario di un veicolo privato
- normale percorso casa-lavoro
- itinerario percorso per ragioni diverse da quelle personali

Come funziona il risarcimento?
Per gli infortuni lievi, l’INAIL provvede a corrispondere un’indennità giornaliera per tutto il periodo che decorre dall’infortunio alla guarigione clinica. Nel caso di invalidità permanente, l’ente, dopo la valutazione del danno, l’indennità assume la forma di rendita perpetua.

Polizze infortunio sul lavoro
La situazione dei liberi professionisti è un po’ diversa perché, non dipendendo da un datore di lavoro non hanno l’obbligo di stipulare l’assicurazione con l’INAIL. Il professionista, in questo caso, può tutelarsi stipulando delle polizze proposte dalle compagnie assicurative. Intesa Sanpaolo, per esempio, ha pensato a un prodotto specifico che offre:
- indennizzo forfettario in caso di invalidità permanente superiore al 4%
- diaria in caso di infortunio
- diaria in caso di inabilità temporanea conseguente a infortunio
- assistenza in caso di infortunio per entrambe le soluzioni.
Altra proposta l’Assicurazione Globale Infortuni di Axa Assicurazioni, che offre una copertura sugli infortuni che si verificano sul lavoro, in viaggio, a casa. Per ulteriori informazioni sul prodotto e sulle coperture (di base e accessorie) richiedete la consulenza dell’agenzia Axa più vicina a voi.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Assicurazioni salute

Le assicurazioni per la salute rientrano tra i prodotti assicurativi per la ...

Danno biologico

Sei stato vittima di una lesione configurabile come danno biologico ma vuoi ...

Assicurazione infortuni

Tanti sono i rischi che possono verificarsi nel corso dell’attività ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet