Collegamenti sponsorizzati

risarcimento diretto sinistri stradali

Quando il Risarcimento è diretto: presupposti ed esclusioni

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Quando il Risarcimento è diretto: presupposti ed esclusioni
Collegamenti sponsorizzati
Dal febbraio del 2007 è attiva la procedura di risarcimento diretto di sinistri stradali, che ha il vantaggio di abbreviare sensibilmente i tempi di attesa per ottenere il risarcimento dei danni. Vediamo in quali casi si applica il risarcimento diretto e i documenti da presentare per effettuare la richiesta di risarcimento diretto all’assicurazione. 
Il risarcimento diretto dei danni derivanti da sinistri stradali consiste in sostanza nella richiesta di risarcimento da parte del danneggiato direttamente alla propria assicurazione, e non a quella della controparte (come avviene invece in tutti i casi in cui è escluso il risarcimento diretto). Sarà la compagnia assicuratrice del danneggiato a rifarsi poi sulla compagnia della controparte. Vediamo quali sono le circostanze e i presupposti che permettono l’applicazione della procedura di risarcimento diretto: innanzitutto l’incidente deve coinvolgere non più di due veicoli, assicurati e immatricolati in Italia (se si tratta di ciclomotori, devono essere immatricolati dopo il 14 luglio del 2006); i danni possono riguardare il veicolo, le cose trasportate, la persona del proprietario, (purché i danni fisici riportati siano di non grave entità, cioè al di sotto del 9% di invalidità permanente) e infine persone terze trasportate (anche con danni gravi). La compagnia assicuratrice del danneggiato, una volta ricevuta la Denuncia del sinistro a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, o anche on line o via telefono in alcuni casi, è tenuta a formulare un’offerta di risarcimento diretto dei danni materiali entro 60 giorni (30 giorni se le parti hanno debitamente compilato il modulo blu di constatazione amichevole e sono quindi d’accordo sulle responsabilità del sinistro), e dei danni fisici entro 90 giorni. Una volta trovato l’accordo sull’entità del risarcimento, la compagnia assicuratrice deve versare la somma al danneggiato entro 15 giorni.   
Per ulteriori informazioni relative alla denuncia di sinistri con o senza risarcimento diretto, potete consultare la normativa che disciplina il risarcimento diretto (d.p.r. 254 risarcimento diretto). Per una panoramica di siti utili ad avere un quadro più chiaro delle procedure e dei moduli da presentare per ottenere un equo e rapido risarcimento del danno subito cliccate sulla nostra pagina Risarcimento assicurazione.

assicurazione auto

Confronta 18 compagnie e risparmia 500€
Maschio Femmina

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Risarcimento assicurazione

Le responsabilità derivanti da incidenti e sinistri stradali possono a volte ...

Officine carrozzerie convenzionate

Numerose compagnie assicurative si affidano a una rete di officine e ...

Infortunistica stradale

Una selezione di studi di infortunistica stradale che offrono consulenza e ...

Risarcimento sinistri

Non sempre il risarcimento dei danni derivanti da sinistri stradali avviene ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet