Collegamenti sponsorizzati

Polizza rc auto cointestata

Polizza Rc auto: cosa succede se l'auto è cointestata?

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Polizza Rc auto: cosa succede se l'auto è cointestata?
Collegamenti sponsorizzati
 Non è una situazione delle più comuni, ma a volte può capitare di trovarsi di fronte al problema di dover assicurare un'auto cointestata, ossia di proprietà di due o più persone. In che modo la cointestazione dell'auto influisce sul contratto di assicurazione rc auto? E conviene cointestare una polizza rc auto? Vediamo di fare un po' di chiarezza...
 
Cointestare la polizza rc auto 
Diciamo subito che cointestare una polizza rc auto attualmente comporta più che altro solo problemi burocratici: non vale la pena neanche tentare la via della cointestazione della polizza per risparmiare sul premio da pagare, perché la classe di merito è riferita al proprietario dell'auto e non al contraente. Nel caso poi di un'auto che viene acquistata da due o più persone e poi cointestata, è molto probabile ottenere uno svantaggio e finire per pagare di più l'assicurazione: le compagnie infatti, al momento di stabilire il preventivo, prenderebbero in considerazione le caratteristiche (età, anni di esperienza alla guida, classe di merito acquisita) della persona meno esperta e meno anziana, insomma: quella che dà meno garanzie.
 
Polizza rc per auto cointestata
Molto più frequente è invece il caso di un'auto che, soprattutto per cause di successione tra parenti, risulta essere intestata a due o più familiari contemporaneamente. Cosa succede all'assicurazione rca di un'auto cointestata? Un po' lo abbiamo anticipato: 
- innanzitutto la polizza rc deve essere intestata a tutti i proprietari
- i criteri utilizzati per il calcolo del premio saranno quelli relativi alla cointestatario che sta messo peggio dal punto di vista delle garanzie (classe di merito, età, esperienza di guida)
 
Come provare a risparmiare?
Escludendo la soluzione più estrema (intestare l'auto a uno solo dei cointestatari), è possibile ricorrere alle agevolazioni della Legge Bersani. Se i cointestatari sono parenti di primo grado conviventi, infatti, la Legge Bersani permette al cointestatario meno esperto e più giovane (ad esempio il figlio) di acquisire la classe di merito del cointestatario che sta messo meglio (ad esempio un genitore). In questo caso, quindi, il costo della polizza sarebbe più basso perché verrebbe determinato dalla classe di merito migliore, anche se gli effetti dell'età o della poca esperienza del cointestatario più giovane continuerebbero a influire negativamente sul costo della polizza rc auto. 
Se non fosse possibile ricorrere alla Legge Bersani, si potrebbe pensare di rottamare o alienare l'auto cointestata, per acquistarne una nuova a nome di uno solo degli intestatari. Quest'ultimo, a seguito di una rinuncia scritta degli altri intestatari, potrebbe usufruire della classe di merito acquisita per risparmiare sulla polizza rc della nuova auto.

assicurazione auto

Confronta 18 compagnie e risparmia 500€
Maschio Femmina

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet