Collegamenti sponsorizzati

Incidente all'estero cosa fare?

Cosa fare in caso di incidente stradale all'estero

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Cosa fare in caso di incidente stradale all'estero
Collegamenti sponsorizzati
Quando si viaggia può succedere di rimanere vittime di un incidente stradale, anche all'estero. Ma cosa cambia rispetto alla normale procedura di denuncia e risarcimento del sinistro? La domanda è lecita: vediamo cosa fare in caso di incidente stradale all'estero con veicoli immatricolati nei Paesi aderenti al sistema della Carta Verde, avvenuti negli Stati dello spazio economico europeo.
In termini generali, quando si subiscono danni da incidente stradale all'estero, la denuncia e la richiesta di risarcimento vanno inviati al proprietario e all'assicuratore del veicolo della controparte. Se però il veicolo che ha causato l'incidente è immatricolato in un paese diverso rispetto a quello in cui l'incidente è accaduto, la richiesta di risarcimento va inviata al Bureau del Paese dove è avvenuto l'incidente, se il sinistro è avvenuto in uno dei paesi del sistema carta verde. L'elenco dei Bureaux con i relativi indirizzi è indicato sul retro di ogni carta verde.

Incidenti all'estero: la procedura europea
Tuttavia, per agevolare le pratiche e rendere più sicuri i risarcimenti, l'Unione Europea ha stabilito una procedura differente, che si applica a tutte le vetture immatricolate nello Spazio Economico Europeo (Unione Europea più Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per incidenti avvenuti in Paesi aderenti al sistema della "Carta Verde". La procedura applicata in questi casi è disciplinata dal decreto legislativo 7 settembre 2005, n° 209. Gli accordi alla base di questo sistema prevedono che le compagnie assicurative debbano nominare un mandatario per la liquidazione dei sinistri in ciascun Paese aderente. Questo mandatario, entro 3 mesi dalla ricezione della domanda di risarcimento, è tenuto a dare una risposta motivata al danneggiato, positiva (offerta di risarcimento) o negativa.

Cosa fare quindi per attivare la procedura di risarcimento di incidenti all'estero?
L'organo che si occupa di individuare l'assicuratore estero del veicolo responsabile e di conoscere il rappresentante per la liquidazione nominato in Italia è la Consap.
Occorre perciò inviare alla Consap un fax o un messaggio email con la richiesta di risarcimento danni per l'incidente avvenuto all'estero.
Nella richiesta devono essere indicati:
- data e luogo dove è avvenuto il sinistro
- tutti gli elementi utili a risalire ai soggetti interessati ed estremi dei veicoli coinvolti
(targa del veicolo responsabile del sinistro, nazionalità, compagnia assicurativa del veicolo responsabile del sinistro).
Per ottenere la modulistica necessaria e saperne di più sulle procedure è utile consultare la pagina del sito della Consap dedicata agli incidenti stradali avvenuti all'estero.
Se entro tre mesi dalla richiesta di risarcimento l'assicuratore estero non ha fornito una risposta motivata alla richiesta di risarcimento, il danneggiato può chiedere l'intervento della Consap, quale organismo di indennizzo nazionale per il risarcimento dei danni delle vittime della strada.


Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Infortunistica stradale

Una selezione di studi di infortunistica stradale che offrono consulenza e ...

Risarcimento sinistri

Non sempre il risarcimento dei danni derivanti da sinistri stradali avviene ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet