Collegamenti sponsorizzati

Detrazione assicurazione vita

Detrazione dell’assicurazione per la vita: dettagli e novità

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Detrazione dell’assicurazione per la vita: dettagli e novità
Collegamenti sponsorizzati
Chi ha stipulato un’assicurazione per la vita deve sapere che sui premi versati per i contratti di alcune polizze contro il rischio di morte, di invalidità permanente, di non autosufficienza nel compimento di atti quotidiani sussiste la detrazione Irpef del 19%. Ecco come funziona.

L’assicurazione sulla vita rappresenta una copertura attraverso la quale il contraente, con il versamento di un premio a favore della compagnia assicurativa, garantisce al beneficiario un capitale o una rendita nel caso in cui si verifichi un evento legato alla sua vita come morte, sopravvivenza, invalidità.

Tipi di assicurazioni sulla vita su cui è possibile applicare la detrazione Irpef
La polizza sulla vita si declina in vari prodotti in base alle esigenze di chi intenda sottoscriverla. Per esempio la polizza in caso di morte garantisce ai propri familiari il mantenimento di un tenore di vita dignitoso nell'eventualità del decesso improvviso, oppure ci sono le forme che hanno come obiettivo la pensione, come i fondi pensionistici previdenziali, o ancora versioni miste. Ciascuna forma di contratto tutela alcuni casi specifici ascrivibili alla più generale polizza sulla vita. Per alcune esiste anche la possibilità di detrazione fiscali, come l’Irpef al 19%.

Condizioni per la detrazione dei premi dell'assicurazione vita
Ci sono delle condizioni specifiche che determinano o meno la possibilità di detrarre l’Irpef al 19% sui premi versati alla compagnia assicurativa per la polizza vita stipulata. In particolare la distinzione va effettuata tra assicurazioni vita stipulate prima o dopo il 2001.
Innanzitutto va detto che la detrazione è possibile solo per le polizze che prevedono il versamento di premi con oggetto:
-    rischio di morte
-    invalidità permanente (non inferiore al 5%)
-    rischio di non autosufficienza.
In particolare le polizze che godono della possibilità di detrazione fiscale sono:
-    polizze miste con oggetto “rischio morte”   
-    polizze rischio di morte
-    polizze rischio di invalidità permanente derivante da “qualsiasi causa”
-    polizze rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana.

Requisiti e chiarimenti sulla detraibilità delle assicurazioni vita
Un chiarimento in merito alla deducibilità o meno dei premi assicurativi versati per l’assicurazione sulla vita riguarda il rapporto con l’agenzia assicurativa, in quanto la detrazione è possibile solo se la compagnia non ha la possibilità di recidere il contratto. Altro punto: l’importo della detrazione non deve superare i 1.291,14 euro.
Aggiungiamo che se l’assicurazione viene riscattata entro il periodo di durata minima, l’ammontare dei premi soggetti a detrazione d’imposta godrà di un sistema di tassazione separato. Come abbiamo accennato, inoltre, esistono delle differenze tra assicurazioni vita stipulate prima del 2001 e dopo il 2001.

Detrazione su assicurazioni vita stipulate dopo il 2001

Poste tutte le condizioni che abbiamo descritto in precedenza, se ci soffermiamo sulle polizze che coprono il rischio di invalidità permanente con percentuale di invalidità pari al 5%, ci sono delle polizze che coprono margini di invalidità anche inferiore, ma in questo caso non è possibile poter usufruire della detrazione. Ulteriore appunto sulle polizze aventi ad oggetto “rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana”: la detrazione fiscale è possibile se con “atti di vita quotidiana” si intendono:
-    assunzione di alimenti
-    deambulazione
-    espletamento delle funzioni fisiologiche e dell’igiene personale.

Detrazione su assicurazioni vita stipulate prima del 2001: dettagli
Per le assicurazioni sulla vita stipulate o rinnovate entro il 31 dicembre 2000, possono usufruire della detrazione Irpef se sussistono alcune condizioni:
- contratto abbia con durata non inferiore a 5 anni
- assenza di concessione di prestiti nel periodo di durata minima (5 anni)

Su Centro Consumatori è disponibile una tabella dettagliata con le polizze vita e le condizioni per la detrazione. Per una guida su come compilare il 730 potrete consultare direttamente il sito dell'Agenzia delle Entrate, che fornisce istruzioni dettagliate.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet