Collegamenti sponsorizzati

Strumenti a tutela dell'assicurato

Cosa devi sapere prima di chiedere un Preventivo Rc Auto

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Cosa devi sapere prima di chiedere un Preventivo Rc Auto
Collegamenti sponsorizzati
In un'epoca di preventivi online, comparatori di offerte e email promozionali, ormai il consumatore è abituato ad avere a che fare con diversi operatori assicurativi senza neanche conoscerli di persona. Tutto, o quasi, si fa con un computer, addirittura con uno smart phone: per questo difendersi da eventuali truffe è diventato più difficile. Già dal momento in cui richiediamo un preventivo rc auto dobbiamo tenere gli occhi aperti, anche perché gli strumenti a tutela dell'assicurato ci sono. Li vediamo insieme al nostro esperto...
Visto sempre più i casi di clienti frodati da intermediari poco ligi al proprio dovere, con questo articolo voglio informarti su quali sono i strumenti di tutela che ti danno informazioni basilari sul tuo interlocutore, al momento di chiedere un preventivo e di firmare un contratto assicurativo. 

Prima di firmare una qualsiasi proposta assicurativa o un contratto assicurativo il tuo intermediario deve consegnarti i seguenti documenti (regolamento 5/2006 ex Isvap):
1. Modello 7A;
2. Modello 7B;
3. Questionario di adeguatezza;
4. Fascicolo informativo e condizioni di polizza.

Ma cosa sono questi documenti? Vediamoli nel dettaglio:

Modello 7A
Il Modello 7A è un documento standard per tutti gli intermediari assicurativi e disciplina gli obblighi comportamentali che devono tenere gli intermediari nei confronti dei clienti, che sono:

1. Obblighi generici di comportamento dell’intermediario, il quale deve comportarsi con diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità nel rispetto dei regolamenti e normative vigenti;
2. Obbligo da parte dell’intermediario di raccogliere tutte le informazioni necessarie dagli assicurati per proporre loro contratti adeguati (vedi questionario di adeguatezza), proporre contratti in assenza di conflitto di interesse e qual ora non sia possibile comunicarlo al cliente, mantenere il riservo sulle informazioni acquisite;
3. Obblighi sull’incasso dei premi, ti ricordo che per incassare il premio l’intermediario deve essere autorizzato dalla compagnia (vedi Modello 7B) e che per la sola RCA è permesso l’uso dei contatti fino a 999,99 € (dal 30 giugno scatta l’obbligo del POS, quindi tale valore sarà diminuito a 30 €) e € 750,00 per contratti rami elementari e divieto assoluto di contante per le polizze vita di qualsiasi genere;
4. Tempi sulla modalità di rimessa dei premi sul conto separato.

Essendo un modello univoco per tutti, una volta compreso il contenuto non necessita leggerlo ogni volta che si firma il contratto.

Modello 7B
Il modello più importante dove spesso il cliente non si sofferma a leggere, ma si limita a firmarlo per ricevuta.
Perché è il modello più importante?
Perché nella prima parte (parte I) sono indicati chiaramente gli estremi dell’intermediario che vi propone il contratto, con quale ruolo presenta il contratto (Se Agente, sub agente, broker, responsabile dell’attività di intermediazione di una società, etc) e se opera per conto di altri intermediari come nel caso dei subagenti o ,come prevista dalla recente normativa sulle collaborazioni tra intermediari, se è un intermediario (agente o Broker) che propone contratti di altri intermediari iscritti al RUI. Queste sono informazioni fondamentali perché se il nome del vostro intermediario non appare sul modello (che comunque ti invito sempre a verificare il suo numero di iscrizione presso il sito del RUI) , non è abilitato a questa professione e quindi non potete rivalervi sulla compagnia in caso di eventuale truffa, se non in sede di giudizio dimostrando la complicità o un nesso di colpa da parte della compagnia stessa.
Nelle altre sezioni del 7B è indicato se l’intermediario è soggetto al controllo di qualche compagnia o se l’intermediario possiede quote societarie della compagnia che vi propone, se propone una consulenza basata su una analisi imparziale o meno e se ha obblighi nei confronti di alcune compagnie nel distribuire soltanto i loro prodotti. Nella terza parte è indicata se l'intermediario è autorizzato o meno all’incasso dei premi e se l’incasso fatto in buona fede all’intermediario equivale come se fosse fatto alla compagnia (l’incasso in buona fede è sempre valido nei confronti degli agenti, mentre, nei confronti dei broker, soltanto se la compagnia ha ratificato il mandato).

Conclusioni
Dopo aver ricevuto un preventivo rc auto, prima di fare un acquisto verifica sempre se l’intermediario è iscritto al RUI: se non lo fosse, denuncia prontamente la cosa agli organi competenti, eviterai a tanti clienti spiacevoli soprese. Ricorda che i dipendenti o collaboratori che operano all’interno dei locali dei propri agenti o broker non necessitano di essere iscritti al RUI, ma nel 7B sarà indicato il loro nome e il nome del loro agente.
Inoltre se l’intermediario è regolare, ricorda che il pagamento fatto all’agente o al broker ratificato dall’impresa equivale come se fatto all’impresa, quindi se l’intermediario non provvede alle rimesse dei premi e tu sei in possesso di regolare quietanza, la compagnia non potrà pretendere pagamenti di nessun tipo; inoltre se paghi con assegni o bonifici o altri pagamenti elettronici assicurati di intestare l’assegno alla compagnia (nel caso di agenti) o all’intermediario in qualità di tale (Es. Alessandro Pierantoni broker iscritto al RUI).
Ricorda che ogni intermediario è tenuto a stipulare una polizza di responsabilità civile contro danni provocati a terzi, e che tale polizza copre anche l’operato dei propri collaboratori anche per eventuali infedeltà dei stessi collaboratori. Nel caso dei broker assicurativi presso la CONSAP SPA è tenuto un fondo che risarcisce i contraenti assicurativi per eventuali danni cagionati dagli stessi e che non siano stati risarciti o dalla polizza o dall’intermediario stesso, nel caso degli agenti invece ne è direttamente responsabile la compagnia che avrà il diritto di rivalsa nei confronti dell’agente per i danni da lui (o dalla sua polizza) non risarciti al cliente.

Se sei in procinto di acquistare una polizza da un intermediario on line come un comparatore o altro, verifica che gli estremi dell’intermediario e le sue relative autorizzazioni siano ben visibili sul sito.

Spero di esserti stato utile!

Per maggiori info su questo argomento contatta il nostro esperto:
Alessandro Pierantoni
Broker Assicurativo RUI B000262881

Per domande o altro, compila il box qui sotto, ti risponderò il prima possibile.


Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Preventivi polizze auto

Ottenere un preventivo per una polizza auto su internet è utile e soprattutto ...

Broker di assicurazioni

Una selezione dei più importanti broker di assicurazioni iscritti al registro ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet