Collegamenti sponsorizzati

Assicurazione professionale architetti

Architetti: come funziona l’assicurazione professionale e con chi stipulare la polizza

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Architetti: come funziona l’assicurazione professionale e con chi stipulare la polizza
Collegamenti sponsorizzati
Come per altre categorie di professionisti, da agosto 2013 anche per gli architetti è scattato l’obbligo di fornire ai propri clienti una garanzia per eventuali danni arrecati nell’esercizio della professione. Vediamo nel dettaglio cosa prevede la legge e quali opzioni devono essere prese in considerazione dagli architetti nella scelta dell’assicurazione professionale più conveniente.
 Il decreto 138 del 2011, entrato in vigore il 14 agosto 2012 e attuato però a partire dal 15 agosto 2013, configura come illecito professionale il mancato rispetto dell’obbligo di stipulare una polizza assicurativa da parte di diverse categorie di professionisti, tra cui anche gli architetti. Le assicurazioni professionali per architetti, sul mercato già da tempo, prevedono una copertura per danni causati dal contraente nell’esercizio della propria professione, e per tutti i rischi da essa derivante e rientranti nella sfera della responsabilità civile  dell’architetto. Ad esempio: danni patrimoniali e fisici causati nelle fasi di progettazione, sviluppo, collaudo e direzione dei lavori; danni causati da violazioni di norme sulla sicurezza o norme edilizie; danni da sospensione delle attività. Date le particolari caratteristiche dell’attività professionale propria degli architetti, molto importante è anche la copertura temporale da possibili denunce e richieste di risarcimento da parte di terzi: è consigliabile perciò stipulare una polizza che copra l’attività pregressa dell’architetto, e che lo garantisca anche da contenziosi postumi alla fine dei lavori. In questi casi si parla di polizze professionali claims made, ovvero polizze che comprendono tra le clausole anche garanzie pregresse e postume, misurate in termini di anni. Questo tipo di copertura è di solito inserito nei contratti di assicurazione professionale, che prevedono altri due elementi fondamentali: il massimale del danno risarcito dalla compagnia assicurativa e la franchigia a carico dell’architetto. 

A chi rivolgersi per stipulare una polizza professionale per architetti
Le opzioni sono tre: ci si può rivolgere direttamente a una compagnia assicurativa, come ad esempio la Generali assicurazioni, che offre una copertura flessibile rivolta ad architetti e pianificatori junior, architetti e pianificatori territoriali, paesaggisti e conservatori dei beni architettonici e ambientali; si può richiedere un preventivo online di assicurazione Rc architetti ad un broker assicurativo specializzato, come ad esempio Belardo broker, la cui proposta consente di ottenere una copertura assicurativa completa per danni causati da inadempienza, negligenza o imperizia dell’architetto, in particolare: perdite patrimoniali, certificazioni, dichiarazioni, perizie, mancata rispondenza delle opere, mancato rispetto di normative; infine esistono speciali convenzioni assicurative per architetti che consentono di usufruire di diversi vantaggi in termini di coperture e risparmio economico. 
Per ulteriori offerte e informazioni consultate la nostra pagina dedicata alle assicurazioni professionali.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Assicurazione professionale

Sei libero professionista? Vuoi tutelarti da qualsiasi rischio legato alla tua ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet