Collegamenti sponsorizzati

Assicurazione auto defunto

Come funziona l’assicurazione auto se il contraente è defunto?

Pubblicato da
Articolo aggiornato il
Come funziona l’assicurazione auto se il contraente è defunto?
Collegamenti sponsorizzati
Come bisogna comportarsi in caso di morte dell'intestatario dell'assicurazione auto? Si tratta di un'eventualità a volte sottovalutata, ma che in realtà va considerata per evitare problemi nel malaugurato caso in cui venisse a mancare il proprietario dell'auto. Ecco alcune indicazioni sulla procedura relativa al passaggio di proprietà e alla voltura della polizza assicurativa.
Il caso della morte del proprietario di un’auto con relativa assicurazione e di tutta la procedura legata ai passaggi di proprietà e di polizza purtroppo non è così raro, tuttavia spesso viene sottovalutata questa eventualità e ci si ritrova piuttosto sprovveduti al suo verificarsi. Ecco quindi alcune informazioni su cosa succede in caso di morte del proprietario di un’auto, nonchè intestatario della polizza auto.

Assicurazione auto: passaggio agli eredi
Innanzitutto, secondo la legge, in caso di morte del proprietario di un’auto è necessario procedere al passaggio di proprietà verso tutti gli eredi entro sei mesi dal decesso. Certo, non si tratta proprio di una pratica piacevole, soprattutto in alcuni momenti, ma la legge ci obbliga a riorganizzare in tempi brevi tutto quello che risulta a nome della persona cara purtroppo defunta.
Dopo il passaggio di proprietà bisognerà pensare a quello dell’assicurazione, cosa che dovrebbe avvenire in tempi bravi qualora si volesse utilizzare immediatamente l’auto del defunto. Questo ancora di più se si vuole ereditare anche la classe di merito relativa alla polizza.  Ma entriamo nei dettagli.
In materia di assicurazione bisognerà procedere con la comunicazione immediata alla compagnia assicurativa del decesso del contraente in quanto, anche se dovessero sussistere ancora dei mesi di copertura, la polizza va estinta o intestata al nuovo proprietario (voltura). Si tratta di due casi per i quali sono previste delle conseguenze diverse: nel caso di estinzione del contratto il premio non goduto dal defunto verrà restituito, nella frazione rimanente, agli eredi. In caso di voltura, invece, verrà riconfermato il contratto ma non la classe di merito, che potrà essere ereditata solo per il coniuge con comunione di beni oppure in presenza di alcune condizioni, come stabilito dalla Legge Bersani.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Agenzia pratiche auto

Se avete necessità di trovare indirizzi di agenzie per la soluzione di ...

Trapasso auto

Una selezione di agenzie pratiche auto e studi di consulenza automobilistica ai ...


Collegamenti sponsorizzati
Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta
Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet